Oggi vi proponiamo la ricetta dell’Okonomiyaki fatto in casa, è un frittatone Giapponese tradizionale della zona del Kansai, precisamente di Osaka. Ha un sapore agro-dolce e il suo aspetto è simile ai pancake.

Esistono diversi tipi di Okonomiyaki, oggi vi parleremo di quello più facile da trovare in giro per i ristorantini del Giappone: l’Okonomiyaki Osaka style.

L’Okonomiyaki è molto facile da realizzare e delizia tutti, infatti, letteralmente significa: ciò che vuoi alla griglia.

E’ un piatto unico e molto sostanzioso. La ricetta base prevede una pastella di acqua, farina e uova mescolate tra loro, dove viene poi aggiunto il cavolo cappuccio tritato e un’infinità di ingredienti a propria scelta, partendo dalla carne, al pesce, al formaggio e molti altri. Dopo aver mescolato tutti gli ingredienti si cuoce sulla piastra, dando all’impasto una forma simile alla nostra frittata.

Come si mangia?

Molti ristoranti sono dotati di una piastra centrale ai tavoli, così i camerieri portano gli ingredienti crudi e voi potete cucinare gli Okonomiyaki a vostro piacimento. In altri, invece, è il cuoco a preparare gli Okonomiyaki sotto la vostra visione.

Dove mangio il mio Okonomiyaki?

L’intera zona di Osaka offre dei buonissimi Okonomiyaki. Però, se volete andare a colpo sicuro, andate da Fukutarou (quotato come il miglior ristorante al mondo per mangiare l’Okonomiyaki!), andateci e non ne rimarrete delusi.

Ma se il vostro viaggio non vi porterà ad Osaka, non vi preoccupate, potrete trovarne di ottimi in tutto il Giappone! Se siete a Tokyo, il nostro consiglio è di andare da Okonomiyaki Kiji, vicino alla stazione della metropolitana di Tokyo (Chiyoda-ku, per tutte le informazioni su come utilizzare i mezzi pubblici non perderti questo articolo).

Okonomiyaki fatti in casa: ecco la ricetta!

Quella che vi offriamo è una ricetta base, ma potete sempre inserire gli ingredienti che più vi piacciono e rendere il vostro Okonomiyaki unico!

Ingredienti:

Per la pastella base:

  • 1 uovo;
  • 3 foglie di cavolo cappuccio oppure cavolo cinese;
  • 2-3 cucchiai di brodo Dashi (un brodo semplice, fatto facendo bollire dell’alga commestibile e aggiungendo del Katsuobushi, che puoi comprare quì);
  • 2 cucchiai di farina per Okonomiyaki o farina normale;
  • 1 cipollotto;
  • 1 cucchiaino di zenzero sottaceto (Benishouga – come quello del sushi).

Per la salsa:

ingrediente principale:

  • 3 fette di bacon/pancetta
    oppure;
  • 8 code di gamberi sgusciate (crude)
    oppure;
  • 100 gr di spinaci lessi e strizzati e mozzarella a dadini.

Procedimento

Tagliare il cavolo a striscioline e il cipollotto a anellini. In una ciotola mescolare la farina, l’acqua, l’uovo, il cavolo e il cipollotto. Fare attenzione a mescolare poco, altrimenti risulterà gommoso, 4-5 giri di cucchiaio bastano. Se fate la combinazione spinaci e formaggio oppure i gamberi, aggiungere anche questi.

In una padella antiaderente scaldare poco olio di semi a fuoco basso e far sfrigolare le fette di bacon o pancetta senza cuocerle troppo. Rovesciare il contenuto della ciotola sopra la pancetta, dandogli una forma circolare e piatta, alta circa un centimetro e mezzo. Coprire con un coperchio a fuoco basso e cuocere per circa 3-4 minuti. 

Togliere il coperchio e con l’aiuto di due palette rigirare l’Okonomiyaki, rimettere il coperchio e cuocere per altri 3-4 minuti. 
Successivamente scoperchiare e spalmare con un cucchiaio o un pennello da cucina la salsa Okonomiyaki sulla superficie, poi versare la maionese a strisce sottili, appoggiare i fiocchi di Katsuobushi, parte del cipollotto (la parte verde, se piace crudo) e un po’ di zenzero sottaceto tagliato a striscioline. 

Vi lasciamo anche un video su come farne una versione simile:

La vostra frittata Okonomiyaki è pronta.

Buon appetito!!

(Visited 284 times, 1 visits today)