Se state organizzando il vostro viaggio è importante conoscere tutto quello che c’è da sapere sui pagamenti in Giappone.

Innanzitutto, è bene sapere che in Giappone non potrete utilizzare i vostri amati Euro (meglio specificarlo!) ma dovrete adeguarvi alla loro moneta nazionale: lo Yen (¥ – JPY).

Per effettuare pagamenti in Giappone dovrete quindi utilizzare la moneta locale o le carte di credito/debito accettate dai loro sistemi. Ma partiamo parlando dello Yen.

Cambiare gli Yen

Su internet si legge di tutto riguardo all’argomento “cambio delle valute”. La nostra raccomandazione è di fare attenzione a ciò che leggete perché molte volte alcune persone sono interessate a promuovere servizi di cambio che alla fine non si dimostrano “convenienti”.

In quasi tutti i casi, la scelta migliore per cambiare i vostri Euro in Yen, è quello di richiederli alla vostra banca. Nel momento in cui farete richiesta alla vostra banca, vi comunicheranno il prezzo di acquisto e potrete stabilire se il prezzo di cambio sarà più o meno vantaggioso per voi.

Per capire se il prezzo proposto è vantaggioso, basterà utilizzare un servizio di conversione di valuta on-line come quello qua sotto:

FreeCurrencyRates.com

Va sempre considerato che il cambio che potrà offrirvi la vostra banca, non sarà mai al pari di quello effettivo, ma se cambierà di poco converrà comunque farlo lì.

Fate però attenzione ai costi che la banca potrebbe applicare per la commissione (oggi le banche migliori non applicano costi per la commissione in quanto sono in grado di guadagnare sull’operazione di cambio), in alcuni casi potrebbero rendere il cambio davvero svantaggioso!

Una possibilità da non sottovalutare, e che personalmente preferisco, è quella di cambiare i vostri Euro in Yen direttamente in Giappone. Mi capita spesso di cambiare in aeroporto (se viaggiate verso Tokyo trovate diversi sportelli vicino all’ufficio postale dove ritirate il vostro Pocket Wi-fi, non sai di che parlo? Leggi quì) o nelle banche giapponesi, ottenendo una conversione molto vantaggiosa per me. Quindi, sappiate che esiste anche questa possibilità!

Bancomat e Carte di Credito

Durante il vostro viaggio potrete certamente affidarvi alle vostre carte di credito/debito per effettuare pagamenti in Giappone. C’è però da fare molta attenzione perché non sempre e non tutte le carte funzioneranno.

Quali carte accettano in Giappone? Tutte, ma dipende dal contesto in cui ti trovi. Nelle strutture alberghiere e nei negozi potrete pagare senza problemi con le vostre carte VISA e MasterCard (io utilizzo American Express e non ho mai avuto problemi).

Ricordatevi però che in alcuni tipi di attività, come ristoranti e piccoli esercizi commerciali, potrebbe essere necessario utilizzare i contanti. Se siete a corto di contanti, sappiate che è molto comune trovare degli ATM all’interno dei Conbini (dei Mini Market molto diffusi sul territorio, scopri di più). Il nostro consiglio è di recarsi presso i 7-Eleven dove sarà possibile prelevare con qualsiasi carta (quasi sempre).

Parlando di commissioni sul prelievo, queste sono definite unicamente dal vostro istituto bancario. Informatevi bene sulle commissioni applicate dalla vostra banca per prelievi internazionali perché potrebbero risultare davvero alte (io pago circa 2,50€ a prelievo ma ho visto commissioni davvero alte, fisse o in percentuale, applicate ad altri viaggiatori).

Parlando invece di Bancomat, difficilmente funzioneranno ovunque. Per questo motivo vi consiglio di avere sempre con voi una carta di credito o una “MasterCard Debit“, un bancomat su circuito MasterCard che funziona in tutto il mondo, che potrete richiedere presso il vostro istituto bancario.

Consigli utili

Ogni volta che vado in Giappone sento sempre la solita (triste) storia: “non capisco perché non funziona la mia carta, in banca mi hanno detto che funziona in tutto il mondo”. Fate attenzione a quello che vi dicono in banca! La realtà è che molti impiegati parlano per sentito dire e non perdono mai troppo tempo a darvi tutte le informazioni. Siate ripetitivi e chiedete conferma più volte, informatevi su eventuali blocchi per transazioni estere o limiti di vario genere.

Per sicurezza portatevi dietro sempre un po’ di contanti e se non riuscite ad utilizzare le vostre carte, fatevi inviare del denaro tramite Western Union.

Ricordate che per i vostri pagamenti in Giappone potrete utilizzare anche le Smart Card della metropolitana (Suica e Pasmo) che a mio parere rimangono la soluzione più comoda per le spese di tutti i giorni.

Ultimo consiglio prettamente pratico. I tagli delle loro banconote sono davvero grandi (come dimensioni) e potrebbero non starci nel vostro portafoglio. Vi consiglio di portarvi con voi un portafoglio in grado di contenere tutte le vostre carte e che sia in grado di ospitare comodamente banconote di grosso taglio. Se non lo avete, potete tranquillamente trovarlo a pochi euro su Amazon o altri store.

Ora che sapete praticamente tutto sul come effettuare i pagamenti in Giappone, vi consigliamo di leggere l’articolo dedicato all’assicurazione sanitaria se non volete spendere tutti i vostri soldi in spese mediche!

(Visited 30 times, 1 visits today)